Gruppo Scorpion, Protezione Civile Novara, servizio emergenza radio, impegnato nel novarese ed anche a Genova

Esondazione in provincia di Alessandria
Esondazione in provincia di Alessandria
Condividi sulla tua pagina social

Esondazione in provincia di Alessandria
Esondazione in provincia di Alessandria

Allerta meteo in Piemonte e soprattutto sulle colline del novarese. Il Gruppo Scorpion è impegnato totalmente sul territorio cittadino in prossimità del ponte di Corso Trieste per l’eventuale rimozione di intoppi naturali sul fiume, come rami, alberi o varie ed eventuali. Tre operatori, Franco Russo, Pierino Giovanni Bolzoni e Maite Isabel Labrador sono stati aggregati alla colonna mobile Piemonte impiegata sul territorio genovese, già dalle 22.30 della scorsa notte. Ricordiamo, per segnalazioni, l’indirizzo di posta elettronica pubblicherelazioni@grupposcorpion.com ai fini di difficoltà o interventi. Non esitate a contattarci, siamo attivi per tutto il tempo di allerta meteo.

Segue il comunicato stampa del Dipartimento di Protezione Cìvile riguardo l’allerta meteo di queste ore

Ha raggiunto Genova in serata ed è già operativo il team di funzionari del Dipartimento che si occuperà di coadiuvare le attività di risposta all’emergenza alluvione, coordinate in queste ore dal Prefetto di Genova in raccordo con il Presidente della Regione Liguria e i Sindaci dei comuni interessati. La squadra è stata attivata su richiesta dell’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaella Paita e si occuperà in particolare dell’integrazione delle colonne mobili provenienti da fuori regione. In seguito ai gravi effetti dell’alluvione che ha colpito il 10 ottobre la Liguria e, in particolare, la città di Genova, la Regione ha richiesto, infatti, al Dipartimento della Protezione Civile di attivare risorse aggiuntive del Servizio Nazionale, in ausilio a quanto già messo in campo dal sistema di protezione civile regionale. A livello provinciale, è attivo sul territorio il CCS-Centro Coordinamento Soccorsi di Genova per individuare le strategie e gli interventi necessari al superamento dell’emergenza. A livello intercomunale, sono stati istituiti sette COM-Centri Operativi Misti e, a livello comunale, sono stati attivati 28 Coc-Centri Operativi Comunali. Attivato anche il CCS di La Spezia per seguire l’evoluzione della situazione di maltempo. Sono stati istituiti inoltre tre posti di comando avanzato del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco a cui i cittadini possono rivolgersi per esigenze e criticità. I posti di comando si trovano a Piazza della Vittoria (Genova), al Teatro della Corte (Genova) e al Comune di Montoggio. Sul territorio, sono operative oltre 250 unità dei Vigili del Fuoco, 200 militari dell’Esercito per ripristinare la viabilità, più di 300 unità delle Forze di Polizia, oltre 120 unità della Croce Rossa Italiana e oltre 700 volontari del sistema regionale, cui si aggiunge il personale di Regione, Prefetture ed Enti locali e quello delle aziende dei servizi. Colonne mobili. In seguito alla richiesta da parte della Liguria di risorse aggiuntive del Sistema, sono state attivate le colonne mobili regionali del Piemonte e dell’Emilia Romagna e tre colonne mobili di organizzazioni di volontariato di protezione civile di livello nazionale, Anpas, Fir-CB e Prociv Italia, per un totale di 243 operatori e 66 mezzi. Previsioni meteo. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento, d’intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un nuovo avviso meteo. L’avviso prevede per domani il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e successivamente in Umbria con quantitativi localmente molto elevati sulla Liguria centro-orientale, sull’appennino emiliano, sulla Toscana centro-settentrionale e sui settori settentrionali di Piemonte e Lombardia. Dalla tarda mattinata di domani le precipitazioni interesseranno anche Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Share